BLOG

Notizie dal mondo degli smartphone

iPhone 12, tutto quello che c'è da sapere

Gli iPhone 12 segneranno un ritorno al passato per Apple. Sembra ormai certa infatti l'adozione del design inaugurato con iPhone 4, caratterizzato da bordi squadrati e spigoli meno arrotondati rispetto a quanto visto negli ultimi anni. Una scelta dettata dalla volontà da parte dell'azienda di Cupertino di differenziarsi rispetto a quanto oggi si vede nel mercato smartphone, nel quale impera l'omologazione tra i vari modelli, specie a livello estetico.

Parliamo al plurale in quanto, anche questa volta, saranno tre i nuovi smartphone Apple, pensati per raccogliere l'eredità degli attuali iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max. Una strategia inaugurata con iPhone X e che ha dato i suoi frutti in termini commerciali, tanto da far imporre i modelli del 2019 come tra i più venduti in assoluto degli ultimi 12 mesi. Questa volta però non sarà un compito facile, sia in relazione al contesto (considerando anche l'emergenza sanitaria ancora in atto) che all'oggettiva crescita dei diretti concorrenti.

Top di gamma senza compromessi

Una delle principali critiche mosse agli iPhone 2019 è sempre stata quella relativa all'assenza del 5G. Il nuovo standard di rete, che progressivamente manderà in pensione il 4G, si prepara alla definitiva consacrazione nel 2021. Lo sa bene Apple che, alla fine dello scorso anno, ha strategicamente acquisito la divisione modem 5G di Intel (azienda statunitense famosa per la produzione dei microprocessori), così da poter integrare questa tecnologia a bordo degli iPhone 12. 

Scontata anche la presenza del nuovo processore A14 Bionic, evoluzione dell'attuale A13 Bionic su cui sono basati gli iPhone 11. I primi benchmark parlano già del SoC (System-on-a-Chip) più potente del mercato, in classica tradizione Apple. Merito soprattutto della combinazione tra gestione energetica e prestazioni, su cui l'azienda statunitense sembra aver lavorato alacremente negli ultimi 12 mesi. Grande curiosità dunque in merito a questo aspetto.
 
Conferme anche sulle tre differenti diagonali di schermo che caratterizzeranno i nuovi modelli: 5,8 pollici per iPhone 12 Pro che, esattamente come per iPhone 11 Pro, dovrebbe essere il più maneggevole della gamma, perfetto per chi vuole utilizzare lo smartphone con una sola mano; 6,7 pollici per iPhone 12 Pro Max, il phablet (un incrozio tra smartphone e tablet) della famiglia, pensato per chi magari è abituati a godersi in mobilità le puntate delle proprie serie TV preferite; infine, i 6,1 pollici di iPhone 12, una sorta di sintesi tra gli altri due modelli.
 
Anche il comparto fotografico beneficerà di importanti novità. Ci sono infatti conferme circa la presenza di un sensore LIDAR, già visto in azione sugli iPad Pro 2020. Attraverso questa particolare fotocamera, gli iPhone 12 saranno in grado di scansionare in 3D l'ambiente circostante, e questo avrà inevitabili riflessi sulle applicazioni pensate per la realtà aumentata. 

A stupire non sarà solo il design

Come detto in apertura, ci sarà un importante cambio estetico. Con l'adozione delle linee viste su iPhone 4 Apple dovrebbe riuscire a rinforzare la scocca degli smartphone, con particolare riferimento allo schermo. Quest'ultimo sarà comunque interrotto dall'ormai iconico notch, ovvero la "tacca" introdotta con iPhone X e che anche sugli iPhone 12 ospiterà tutti i sensori necessari a far funzionare correttamente il Face ID (il riconoscimento facciale). Ma non è tutto.

Sembra infatti che Apple sia definitivamente intezionata a eliminare dalle confezioni di vendita dei suoi nuovi smartphone il caricabatterie. La logica sarebbe quella di spingere sul concetto di ecosistema, con la possibilità dunque di utilizzare il trasformatore dei MacBook per la ricarica degli iPhone 12. Una scelta che sembra ormai certa e che sta inevitabilmente facendo discutere in rete. Ne sapremo comunque di più in sede di presentazione.

Prezzi e disponibilità

Le cifre richieste per l’acquisto dovrebbero allinearsi a quelle viste con la gamma iPhone 11: partenza dunque a 839, 1.189 e 1.289 euro rispettivamente per iPhone 12 (versione da 64 Gigabyte di memoria), iPhone 12 Pro (64 Gigabyte) e iPhone 12 Pro Max (128 Gigabyte). Soglie importanti dunque, a cui però Apple ci ha ormai abituati.
 
Per quanto riguarda invece l’effettivo arrivo sul mercato, la questione è complessa. All'emergenza sanitaria in atto (che già di per sé ha avuto effetti sulla distribuzione dell'elettronica di consumo) si somma il fatto che Apple non ha ancora annunciato la data di presentazione. La possibilità dunque che gli iPhone 12 possano fare il loro debutto nei negozi a cavallo tra il 20 settembre e primi giorni di ottobre (in linea con quando accaduto lo scorso anno) sembra ormai sfumata. Staremo a vedere, in ogni caso l'azienda di Cupertino si prepara a essere nuovamente protagonista nel corso delle prossime festività natalizie.

Condividi post: Condividi su Facebook